Fondo Ristorazione: come richiedere il contributo fino a 10mila euro

novembre 24, 2020 - in

Stanziati 600 milioni di euro dal Governo per il Fondo Ristorazione con l’obiettivo di sostenere la filiera del Made in Italy.

Il fondo verrà destinato al finanziamento di bonus che possono andare da un minimo di mille a un massimo di diecimila euro per l’acquisto di prodotti 100% Made in Italy.

Il Decreto Interministeriale del 27/10/2020 cita: “Il Fondo per la filiera della ristorazione è finalizzato alla erogazione di un contributo a fondo perduto ed ha il fine di sostenere la ripresa e la continuità dell’attività degli esercizi di ristorazione ed evitare gli sprechi alimentari attraverso l’utilizzo ottimale delle eccedenze anche causate da crisi di mercato”.

Chi può richiederlo

Il contributo a fondo perduto può essere richiesto da ristoranti, agriturismi, mense, catering, alberghi per l'acquisto di prodotti di filiere agricole e alimentari, inclusi quelli vitivinicoli, anche DOP e IGP, i dettagli dei prodotti ammessi sono presenti in questa tabella: https://www.portaleristorazione.it/tabella-prodotti.pdf

In particolare, i codici ATECO che possono beneficiare del bonus sono i seguenti:

  • 56.10.11 ristorazione con somministrazione;
  • 56.29.10 mense;
  • 56.29.20 catering continuativo su base contrattuale;
  • 56.10.12 attività di ristorazione connesse alle aziende agricole;
  • 56.21.00 catering per eventi, banqueting;
  • 55.10.00 alberghi, limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo.

L’acquisto deve essere stato effettuato dopo il 14 agosto 2020 e comprovato da idonea documentazione fiscale.

Il contributo spetta a condizione che le imprese abbiano avuto un** calo di fatturato medio dei mesi da marzo a giugno 2020 di almeno il 25% rispetto allo stesso periodo 2019**.

Ai soggetti che hanno avviato l’attività dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza di calo.

Presentazione della domanda

La domanda può essere presentata fino a sabato 28 novembre alle ore 23.59, tramite il portale web della ristorazione al seguente link

https://www.portaleristorazione.it

oppure Ufficio Postale (in questo caso fa fede l’orario di chiusura dell’Ufficio scelto).

Ogni impresa richiedente potrà presentare una sola domanda, qualora si abbiano più attività corrispondenti ai codici Ateco interessati, la documentazione dovrà essere caricata in un’unica domanda.

**Documenti richiesti **

Per procedere con la richiesta di contributo, l’impresa richiedente dovrà presentare i seguenti documenti:

  • SPID;

documento di identità ;

  • una copia dei documenti fiscali certificanti gli acquisti nelle categorie previsti dal decreto, ossia fatture ed eventuali documenti di trasporto ;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione della persona che ha presentato la domanda quale legale rappresentante dell’impresa richiedente;
  • quietanze associate ai documenti fiscali ;
  • copia della visura camerale in corso di validità ;
  • ricevuta di pagamento di € 30 relativi al servizio effettuato tramite bollettino bianco sul c/c n. 32025009 intestato a Poste italiane Spa Portale della ristorazione.

La ricevuta del bollettino non va inserita nel plico consegnato all'Ufficio Postale.

Nel caso di insussistenza delle condizioni previste per la concessione dell’aiuto, il Ministero, per il tramite del Concessionario, provvederà a comunicare al beneficiario i motivi ostativi all’accoglimento della domanda.

Come viene erogato il bonus

Il contributo verrà versato in due tranche:

  • un anticipo del 90% dopo un primo controllo ;
  • il saldo finale al termine della verifica della documentazione .

Per ulteriori dubbi contattaci per una consulenza!

Effettuiamo consulenze online, oppure ci puoi contattare telefonicamente allo 0445360277 o via mail all'indirizzo info@studiodsg.it.

Lo Studio di commercialisti DSG - Dalla Stella & Gatti si trova a Thiene, in provincia di Vicenza.

Share
Ritorna agli articoli

Ultimi articoli