Spese detraibili 2020, stop al contante

febbraio 01, 2020 - in

Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la** detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19 per cento degli oneri indicati nell’articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e in altre disposizioni normative **spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241”.

Questa è la novità, introdotta dal comma 679, articolo unico, della Legge di bilancio 2020.

Per portare in detrazione, nella misura del 19%, gli oneri indicati nell’articolo 15 Tuir, quindi, è necessario che gli stessi siano pagati con strumenti tracciati.

Il legislatore ha, tuttavia, previsto due eccezioni alla regola generale del pagamento con strumenti tracciati.

Si potrà continuare a pagare in contanti:

  • gli acquisti di medicinali e di dispositivi medici;
  • le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al servizio sanitario nazionale.

Vi indichiamo qui di seguito una tabella riassuntiva, nella quale potrete trovare le più comuni tipologie di oneri:

Tipologia di spesa

Obbligo di pagamento tracciabile

Note

Medicinali (farmaci da banco, ticket, preparazione galenica, omeopatico)

Non previsto

Possibilità di pagamento con contanti

Probabilmente ammesso contante anche per i farmaci veterinari. Necessario chiarimento AdE

Dispositivi medici (anche protesi e parrucche con destinazione d’uso di dispositivo medico)

Non previsto

Possibilità di pagamento con contanti

Se dichiarazione di conformità e marchiatura CE.

Prestazioni mediche (analisi, esami di laboratori e diagnostici, terapie, cure terminali, interventi chirurgici, ricoveri, degenze ospedaliere, ecc…)

Non previsto se effettuate in strutture pubbliche o private accreditate con il SSN;

 

 

previsto se effettuate in strutture private non accreditate con il SSN.

 

Prestazioni specialistiche (visite con medici specialistici, cure odontoiatriche, psicoterapeuta, ecc…)

Non previsto se effettuate in strutture pubbliche o private accreditate con il SSN;

 

 

Previsto se effettuate in strutture private non accreditate con il SSN.

 

Prestazioni riabilitative (fisioterapista, tecnico riabilitativo, massofisioterapista, ecc…)

Non previsto se effettuate in strutture pubbliche o private accreditate con il SSN;

 

previsto se effettuate in strutture private non accreditate con il SSN.

 

Servizi resi in farmacia (ad esempio servizi sanitari come la misurazione della pressione o di consulenza)

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Acquisto di mezzi per l’accompagnamento, locomozione, deambulazione, sollevamento e acquisto sussidi tecnici e informatici per soggetti disabili

 

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

Ammesso il pagamento in contanti se si tratta di dispositivi medici CE.

Acquisto di strumenti compensativi per studenti affetti da DSA

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

Ammesso il pagamento in contanti se si tratta di dispositivi medici CE.

Assistenza generica e specifica al soggetto non autosufficiente

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Acquisto di autoveicoli per il soggetto disabile

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Spese funebri

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Spese per intermediazione immobiliare

 

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Spese per attività sportive per ragazzi

 

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Spese veterinarie

 

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

Per l’acquisto di farmaci veterinari è auspicabile un chiarimento

Abbonamenti al trasporto pubblico

 

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Spese per asili nido

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Premi di assicurazione

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Interessi passivi per mutui

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Spese d’istruzione (universitaria e non)

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Detrazione per canoni di locazione per studenti universitari fuori sede

Previsto

Non possibile pagamento in contanti

 

Detrazione forfetaria per canoni di locazione

Non previsto

Possibilità di pagamento con contanti

Ad eccezione dei canoni di locazione per studenti universitari fuori sede

Oneri deducibili

Non previsto

Possibilità di pagamento con contanti

E’ necessario verificare che l’obbligo di tracciabilità non sia già stabilito dalla singola disciplina.

Vi ricordiamo, altresì, che la Legge di bilancio, con il comma 629, ha aggiunto i commi 3-bis, 3-ter e 3-quater all’articolo 15 Tuir, ha modificato la misura delle detrazioni.

Segnaliamo che tale modifica non è applicabile alle spese per interessi passivi su prestiti e mutui e per le spese mediche.

A partire dal 2020, infatti,** il diritto alla detrazione degli oneri al 19% spetterà**:

  • per l’intero importo, se il reddito complessivo non eccede 120.000 euro;
  • per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 240.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 120.000 euro, se il reddito complessivo è superiore a 120.000 euro. Ne discende che la quota di detraibilità spettante, per redditi oltre 240.000 euro, è pari a zero.

Per ulteriori dubbi contattaci per una consulenza!

Effettuiamo consulenze online, oppure ci puoi contattare telefonicamente allo 0445360277 o via mail all'indirizzo info@studiodsg.it.

Lo Studio di commercialisti DSG - Dalla Stella & Gatti si trova a Thiene, in provincia di Vicenza.

Share
Ritorna agli articoli

Ultimi articoli