Veneto: la nuova ordinanza regionale del 17 dicembre

dicembre 17, 2020 - in

Il 17 dicembre è stata pubblicata l'Ordinanza in vigore dal 19 dicembre fino al 06 gennaio in VENETO, che apporta ulteriori restrizioni agli spostamenti.

Riassumiamo di seguito i punti principali:

LIMITAZIONE AGLI SPOSTAMENTI

  • Gli spostamenti oltre il proprio comune di residenza o dimora non sono ammessi dopo le ore 14.00, salvo che per comprovate esigenze lavorative, per studio, motivi di salute o di necessità. E' possibile spostarsi anche per poter usufruire dei servizi non disponibili presso il proprio Comune, o per rientrare presso la propria abitazione.

ALTRI SPOSTAMENTI FUORI COMUNE CONSENTITI DOPO LE 14.00:

  • E' sempre consentito lo spostamento fuori comune per usufruire dei servizi alla persona come estetiste, parrucchieri, lavanderie, ecc., anche se fuori dal proprio comune.
  • I ristoranti collocati fuori dal proprio comune possono essere raggiunti entro le 14.00, e il rientro presso la propria abitazione o dimora può avvenire anche ad orario successivo una volta terminato il pranzo;
  • Sempre possibile gli spostamenti per raggiungere figli minorenni presso l'altro genitore o affidatario;
  • possibili gli spostamenti per matrimoni o funerali;
  • è sempre possibile lo spostamento verso la seconda casa;
  • ammesso lo spostamento per raggiungere mezzi di trasporto collettivo (treni, aerei, ecc) per esigenze di viaggio e per accompagnare altri soggetti.

Per i soggetti in hotel, seconde case o simili, il comune di riferimento è quello del luogo in cui si trovano l'hotel, la seconda casa, ecc. .

Dopo le ore 14 sarà necessario essere muniti di autocertificazione, che puoi trovare cliccando qui


COMPORTAMENTO PERSONALE:

  • va indossata in modo corretto fuori dalla propria abitazione, nei mezzi pubblici e va abbassata solo momentaneamente per il tempo necessario in caso si si fumi o si consumino cibi o bevande;
  • dev'essere sempre rispettata la distanza interpersonale di un metro;
  • L’attività sportiva o motoria e le passeggiate all’aperto possono essere effettuate solo presso parchi pubblici, aree verdi, rurali e periferiche purché comunque nel rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività e in ogni caso al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche (mare, montagna, laghi) e delle altre aree solitamente affollate, tranne che per i soggetti che risiedono o dimorano in tali aree.

ESERCIZI COMMERCIALI

  • Consentito l'ingresso negli esercizi commerciali di generi alimentari solo ad una persona per nucleo familiare, salvo il caso in cui la persona stia accompagnando un soggetto non autosufficiente o un minore di 14 anni;
  • Il mercato all'aperto si può tenere solo in quei Comuni i cui sindaci abbiano consegnato un piano ai commercianti, ovvero possa esserci un contingentamento degli ingressi/uscite, una sorveglianza pubblica e venga rispettata a scheda relativa al commercio al dettaglio su aree pubbliche contenuta nell’allegato 9 del DPCM 3.11.2020;
  • negli esercizi commerciali di vendita al dettaglio gli ingressi dei clienti sono limitati a seconda dei metri quadrati di superficie di vendita, e precisamente:

    • esercizi fino a 40 mq di superficie di vendita: 1 cliente;
    • esercizi oltre i 40 mq di superficie di vendita: 1 cliente ogni 20 metri quadrati
  • è obbligatorio apporre all’ingresso dei punti vendita un cartello che indichi il numero massimo di clienti ammessi.

BAR e RISTORANTI

  • dalle ore 11 alle ore 15 le attività di somministrazione di alimenti e bevande devono occupare prioritariamente i posti a sedere, sia all'interno che all'esterno del locale;
  • dalle ore 15 alle ore 18 possono servire solo i clienti seduti;
  • non possono esser seduti alla stesso tavolo più di quattro avventori, anche se conviventi (rimane sempre obbligatorio il distanziamento di almeno un metro anche da seduti)
  • è obbligatorio apporre all’ingresso dei punti vendita un cartello che indichi il numero massimo di clienti ammessi.
  • La consumazione di alimenti e bevande per asporto è vietata nelle vicinanze dell'esercizio di vendita, **salvo che per gli alimenti da consumare nellìimediatezza dell'asporto.**

Per consultare il testo completo dell'ordinanza, in vigore fino al 15 gennaio, potete cliccare qui.

Per ulteriori dubbi contattaci per una consulenza!

Effettuiamo consulenze online, oppure ci puoi contattare telefonicamente allo 0445360277 o via mail all'indirizzo info@studiodsg.it.

Lo Studio di commercialisti DSG - Dalla Stella & Gatti si trova a Thiene, in provincia di Vicenza.

Share
Ritorna agli articoli

Ultimi articoli