Il DPCM del 3 dicembre

dicembre 04, 2020 - in

Il nuovo DPCM del 3 dicembre mantiene la divisione per zone delle regioni, rinnova le misure del DPCM precedente e introduce nuove restrizioni, in particolare nel periodo 21 dicembre - 6 gennaio e per i giorni 25-26 dicembre e primo gennaio. In conferenza stampa il premier Conte ha spiegato, inoltre, che ogni venerdì vedranno riviste le zone e che entro Natale tutta Italia dovrebbe diventare zona gialla.

Alla data del 4 dicembre le regioni rimangono dello stesso colore previsto dalle ordinanze emanate sino al 27 novembre dal ministero della salute.

Di seguito troverai le novità introdotte per le AREE GIALLE rispetto al precedente DPCM (che puoi trovare cliccando qui):

SPOSTAMENTI PERSONE

Limitazioni ulteriori dal 21 dicembre al 6 gennaio

  • Vietati gli spostamenti tra regioni diverse e province autonome, comprese le seconde case se fuori regione.
  • Rimane consentito:

    • rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione (con esclusione delle seconde case fuori regione);
    • spostarsi per esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Limitazioni ulteriori nei giorni 25 - 26 dicembre e primo gennaio

  • Vietati gli spostamenti tra Comuni diversi, nemmeno verso le seconde case anche se situate nella stessa regione;
  • Rimane consentito:

    • rientrare nella propria residenza, domicilio o abitazione (con esclusione delle seconde case in altro comune);
    • spostarsi per esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;

Coprifuoco

Rimane attivo il coprifuoco dalle 22.00 alle ore 5.00, ad eccezione della notte del 31 dicembre dove il coprifuoco si estenderà fino alle ore 7.00 del primo gennaio

ESERCIZI COMMERCIALI, BAR, RISTORANTI E ALBERGHI

Negozi

Gli esercizi commerciali, sino al 6 gennaio, possono rimanere aperti sino alle ore 21.00.

Centri commerciali

I negozi situati all'interno di centri commerciali, mercati, parchi commerciali, gallerie commerciali, rimangono chiusi nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi ed edicole.

Bar, Ristoranti e alberghi

Nessuna modifica per l'orario di operatività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, ristoranti, pub, gelaterie, pasticcerie) che rimangono consentiti tra le ore 5.00 e le ore 18.00, salvo poi proseguire con l'asporto fino alle ore 22.00 e con la vendita a domicilio, sempre consentita.

I ristoranti potranno rimanere aperti, sempre fino alle ore 18.00, anche durante il giorno di Natale.

Rimane fermo a 4, salvo che non siano tutti conviventi, il numero massimo di persone da sedere al tavolo (Natale compreso).

La sera del 31 dicembre, invece, i ristoranti degli hotel potranno effettuare esclusivamente il servizio in camera. Durante le altre sere, invece, le strutture ricettive possono continuare a servire la cena ai clienti che vi alloggiano.

IMPIANTI SPORTIVI

Restano chiusi sino al 6 gennaio gli impianti nei comprensori sciistici: potranno riaprire dal 7 gennaio a condizione che vengano adottate apposite linee guida dalle regioni.

VIAGGI ALL'ESTERO

Chi rientrerà in Italia dall'estero tra il 21 dicembre e il 6 gennaio dovrà effettuare obbligatoriamente una quarantena, quarantena prevista anche per i turisti stranieri in arrivo in Italia nello stesso periodo.

SCUOLA

Gli studenti delle superiori potranno rientrare in classe a partire dal 7 gennaio in una percentuale del 75%. Gli studenti di elementari e medie saranno in presenza al 100%.

***

ZONE ARANCIONI - ULTERIORI RESTRIZIONI

Spostamenti

Restano vietati ogni spostamento in entrata e in uscita dal territorio, anche tra comuni, salvo che per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute o di studio;

Restano vietati ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, salvo che per comprovate esigenze;

Attività di ristorazione

Rimangono sospese le attività dei servizi di ristorazione, che possono proseguire con la vendita per asporto fino alle 22.00 e con le vendite a domicilio.

***

ZONA ROSSE - ULTERIORI RESTRIZIONI

Spostamenti

Resta vietato ogni spostamento in entrata, in uscita e all'interno del territorio (anche all'interno del comune) salvo che per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute o per accompagnare i figli a scuola

Esercizi commerciali

Restano sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità (qui l'elenco completo). Restano aperte edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

Chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.

Sospese tutto il giorno le attività del mondo della ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). Resta consentita la vendita per asporto fino alle 22.00 e le vendite a domicilio.

Sospese le attività dei servizi alla persona, ad eccezione di parrucchieri, lavanderie, servizi delle pompe funebri.

Sport

Sospese anche le attività sportive nei centri all'aperto, compresi gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.

E' consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie; è altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all'aperto e in forma individuale.

Per ulteriori dubbi contattaci per una consulenza!

Effettuiamo consulenze online, oppure ci puoi contattare telefonicamente allo 0445360277 o via mail all'indirizzo info@studiodsg.it.

Lo Studio di commercialisti DSG - Dalla Stella & Gatti si trova a Thiene, in provincia di Vicenza.

Share
Ritorna agli articoli

Ultimi articoli